CARTOGRAPHICS GROUNDS

CARTOGRAPHICS GROUNDS

Cartographics Ground, Galleria dell’Accademia di Architettura di Mendrisio

La mostra, originariamente promossa dalla Graduate School of Design dell’Università di Harvard e curata da Jill Desimini, viene presentata a Mendrisio grazie all’adattamento del paesaggista Joao Gomes da Silva. La produzione di figurazioni della realtà fisica del mondo ha dato origine a un’attività culturale denominata “cartografia”, che pur appartenendo alla geografia, ha un impatto su altre discipline, nelle scienze come nelle arti.

2016 - Mendrisio, Svizzera

Progetto: Harvard Graduate School of Design
Curatori: Joao Gomes Da Silva – Jill Desimini
Co-curatore: Bjorn Klingenberg
Team: Paolo d’Alessandro – Alessandra de Mitri
Collaborazione: Accademia di Architettura di Mendrisio – Harvard University
Foto: Alberto Canepa
Categoria: Esposizione
Responsabile per la Galleria dell’Accademia di Architettura di Mendrisio: Stefania Murer
Responsabile dell’esposizione: Marco Della Torre

L’esposizione vuole dunque restituire un racconto visivo sullo stato dell’arte in merito alle relazioni che intercorrono tra la pratica della mappatura, il progetto del paesaggio e l’architettura intesa come rappresentazione. La mostra si articola in quattro sezioni, invenzioni sotterranee, Itinerari temporali, esplorazioni acquee, pratiche terrestri ed è integrata da materiali cartografici originali provenienti dalle collezioni della Biblioteca dell’Accademia, offrendo così ai visitatori uno sguardo diretto su documenti riferiti al paesaggio della Svizzera e dell’Italia settentrionale, territori dove forte è sempre stata la necessità di creare infrastrutture, migliorare la raccolta e la distribuzione delle acque, la produzione e la distribuzione dell’energia e la circolazione stradale e ferroviaria.

AllEscortAllEscort